8 consigli per addormentarsi e dormire meglio

22.10.2021 11:53
 

 

Tanta luce diurna fa bene

 

Il nostro corpo ha un orologio interno che influenza il nostro cervello, l'equilibrio ormonale e il ciclo di sonno-veglia. La luce naturale lo favorisce, e anche i livelli di energia e la qualità del sonno ne trovano beneficio. Infatti la luce del sole fa bene! Uno studio ha dimostrato che per le persone con problemi del sonno, la difficoltà ad addormentarsi si è ridotta dell’80% dopo essersi esposti maggiormente alla luce solare durante il giorno [1]. Una buona alternativa - soprattutto nella stagione buia invernale - sono le lampade a luce diurna o lampadine luminose. La sera, si raccomanda di usare una luce soffusa o calda, soprattutto nella zona notte. 

 

Ridurre la luce blu di sera

 

A chi non è mai successo? Controllare le email importanti o guardare un film sul portatile la sera. Così facendo, esponiamo i nostri occhi alla cosiddetta luce blu. Dispositivi elettronici come smartphone, computer o televisori emettono questa luce in grandi quantità. La luce blu riduce il rilascio dell'ormone del sonno, la melatonina, che aiuta il corpo a rilassarsi e ad addormentarsi [2]. Così al nostro corpo manca quel “segnale” che ci fa sentire stanchi. Il modo più semplice ed efficace per ridurre la luce blu è quello di evitare di utilizzare qualsiasi dispositivo elettronico per circa due ore prima di andare a letto. Se non volete rinunciare alle serate film o stare al telefono quando siete a letto, potete procurarvi degli occhiali con filtro per la luce blu (con o senza prescrizione) o usare la "luce notturna" sui telefoni o computer. Infatti, molti smartphone o portatili hanno filtri automatici per la luce blu o una modalità notte/bianco e nero.

 

Niente bevande alcoliche e con caffeina alla sera

 

L'alcol non solo ha un effetto negativo sulla nostra capacità di concentrazione e su varie funzioni del corpo, ma ha anche un'influenza negativa sull'equilibrio ormonale e riduce il rilascio dell'ormone del sonno, la melatonina [3]. La caffeina dovrebbe anche essere consumata solo in piccole dosi, soprattutto quando inizia a farsi tardi. Quello che desideriamo durante il giorno – lo stimolo del sistema nervoso e un aumento di energia - può privarci del sonno quando arriva la notte. La caffeina può essere rilevata nel sangue da sei a otto ore dopo il consumo. Quindi chi consuma grandi quantità di caffeina nel pomeriggio o alla sera rischia di svegliarsi di notte o di non riuscire proprio ad addormentarsi [4].

 

Evitare un sonnellino troppo lungo durante il giorno

 

A volte la stanchezza può prendere nel bel mezzo della giornata. Gli occhi diventano sempre più pesanti e diventa quasi impossibile concentrarsi. Il sonnellino può fare miracoli ed è stato dimostrato che aumenta la capacità di concentrazione [5]. Tuttavia, dovrebbe essere ben dosato. I sonnellini irregolari o troppo lunghi, soprattutto nel tardo pomeriggio, possono sconvolgere l'orologio del nostro corpo o portare a disturbi del sonno. La durata del pisolino perfetto è individuale, anche se da 10 a 30 minuti dovrebbe essere già sufficiente [6].

 

Impostare il proprio orologio interno

 

Per sostenere l'orologio interno e un sonno ristoratore, il ritmo di sonno-veglia dovrebbe essere più o meno sempre lo stesso [7]. Questo significa alzarsi presto, anche nel fine settimana. Molti pensano che si possa recuperare il deficit di sonno, accumulato durante i giorni di lavoro, con il dormire fino a tardi nel weekend, ma questo fa meno bene al corpo di quanto si pensi. Invece, se si va a letto e ci si alza alla stessa ora ogni giorno, si imposta automaticamente un orologio biologico. Il corpo si adatta al questo ritmo in modo che addormentarsi e alzarsi la mattina sia più facile. La quantità necessaria di sonno è molto individuale, ma è più una questione di qualità che di quantità.

 

Non mangiare troppo tardi la sera

 

Andare a letto a stomaco pieno può anche inibire il rilascio della melatonina e portare ad un sonno di bassa qualità, perché il corpo è impegnato a digerire il cibo. Si raccomanda quindi di mangiare almeno tre o quattro ore prima di andare a letto o di optare per un pasto leggero [8].

 

Creare delle routine alla sera

 

Le routine serali aiutano il corpo ad adattarsi all'imminente momento di andare a dormire [9]. Che si tratti di rilassanti sessioni di yoga, una doccia o un bagno caldo, prendere un tè o leggere un libro, possiamo aiutare il nostro corpo a prepararsi per le ore di sonno che ci aspettano. Non è tanto una questione di cosa si fa per rilassarsi, ma piuttosto di prendere consapevolmente il tempo per farlo – ed ognuno ha le proprie preferenze.

 

Prendere la melatonina

 

La luce, come già detto, inibisce la produzione di melatonina, ed è per questo che le stagioni hanno anche un'influenza sul nostro ritmo quotidiano del sonno. In autunno e in inverno, i periodi più lunghi di oscurità, fanno sì che la produzione di melatonina aumenti durante il giorno. Stanchezza, disturbi del sonno o persino depressione invernale possono esserne il risultato. Per le persone con disturbi persistenti del sonno o con un ritmo sonno-veglia squilibrato, gli integratori di melatonina sono un modo efficace per aiutare il corpo a calmarsi e ad avere un sonno più intenso [10]. Soprattutto nelle persone anziane la produzione di melatonina diminuisce e di conseguenza anche il sonno diventa più irrequieto. Inoltre, quando si lavora a turni o si viaggia tra zone con diversi fusi orari, la melatonina può aiutare a ridurre i disturbi del sonno o del jet lag e a tornare ad avere un ritmo normale [11]. La nostra melatonina è disponibile sotto forma di capsule o in spray, super pratica anche in viaggio!

 

Se si seguono alcuni o anche tutti questi consigli, si può migliorare significativamente la qualità del sonno. Ma una cosa è sempre vera: i cambiamenti non avvengono da un giorno all'altro. Dovreste dare al vostro corpo il tempo di familiarizzare con queste nuove abitudini.

 

Fonti

[1] https://agsjournals.onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/j.1532-5415.1993.tb06179.x
[2] https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/21552190/
[3] https://academic.oup.com/jcem/article-abstract/77/3/780/2649845?redirectedFrom=fulltext
[4] https://jcsm.aasm.org/doi/10.5664/jcsm.3170
[5] https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6335868/
[6] https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/17053484/
[7] https://pubs.niaaa.nih.gov/publications/arh25-2/85-93.htm
[8] https://academic.oup.com/jcem/article/105/8/2789/5855227
[9] https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S1087079217300485?via%3Dihub
[10] https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/18036082/
[11] https://www.medwave.cl/link.cgi/English/Updates/Epistemonikos/6344.act[2] https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/21552190/



 

Prodotti raccomandati


MELATONINA COMPLEX

Integratore unico sviluppato per favorire il sonno. A base di melatonina ed estratti di passiflora, valeriana, bacopa e lavanda. Senza additivi e adatto ai vegani.

COMPRALO SUBITO

MELATONINA SPRAY

Spray con melatonina ed estratti di passiflora e melissa. Gusto ribes nero senza zucchero e adatto ai vegani.

COMPRALO SUBITO

11.04.2022 14:01
Cistite: come metterla KO in poche e semplici mosse
Una sensazione di bruciore durante la minzione, il frequente bisogno di andare in bagno, fino ad arrivare alla presenza di sangue nelle urine… tutti questi sintomi possono essere segnali d’allarme di una possibile infezione del tratto urinario, chiamata anche cistite. Nel nostro articolo scopriremo insieme le possibili cause della cistite e i diversi modi per prevenire e curare questo fastidioso disturbo.
23.03.2022 15:43
Il cuore - il centro della nostra salute
In Europa, il 45% delle persone si ammala per malattie cardiovascolari. Le ragioni di questo possono essere diverse, ma lo stile di vita ha spesso un ruolo importante. Cosa si può quindi fare per mantenere in salute il proprio cuore? Ecco alcuni consigli.
18.03.2022 18:21
Disturbi gastrointestinali nei cani
Se osservate il vostro animale, potete scoprire molto sulle possibili cause dei problemi gastrointestinali o dell'indisposizione generale. Alcuni consigli utili possono avere un effetto preventivo, ma una cosa è sempre vera: se i problemi persistono, come vomito, diarrea, stitichezza o dolore visibile durante la minzione, è necessario organizzare una visita veterinaria e un trattamento!
17.02.2022 20:07
Colesterolo: riconoscere i rischi ed evitare le conseguenze
Il colesterolo non è solo dannoso, come spesso si sostiene - il grasso alimentare è vitale per il corpo umano. Ma l'assunzione di troppo colesterolo per un lungo periodo di tempo può sicuramente portare a dei problemi. Come evitare le conseguenze di quest

Devi accedere per scrivere un commento.