Sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) - più di semplici sbalzi d'umore

05.11.2021 11:09
 

 

Cos'è la sindrome dell’ovaio policistico?

 

Nella sindrome dell’ovaio policistico (PCOS), c'è una sovrapproduzione di androgeni, cioè di ormoni sessuali maschili, come il testosterone. A causa della ridotta quantità di ormoni follicolo-stimolanti, la maturazione dei follicoli, o cisti, nelle ovaie della persona affetta è disturbata. A volte c'è anche una produzione eccessiva di questi, da cui prende il nome di sindrome dell'ovaio policistico. I sintomi possono essere un aumento dei peli corporei o lo sviluppo di un fisico maschile. Inoltre, nelle donne con PCOS si osservano sbalzi d'umore, aumento di peso incontrollato, mestruazioni assenti o irregolari (spesso con forti dolori), acne, stanchezza persistente e/o perdita della libido. Il grado di gravità varia. Come e di cosa soffre il paziente è molto individuale. Quando si diagnostica la PCOS, si devono quindi escludere prima le malattie con sintomi simili non specifici. Soprattutto, un esame ecografico può fornire tali informazioni, perché nella PCOS ci sono tipicamente numerose piccole cisti nelle ovaie.

 

I disturbi mentali, come la depressione, accompagnano spesso la PCOS. La causa di questo può essere fluttuazioni ormonali, ma anche forti cambiamenti fisici o infertilità diagnosticata, che possono stressare i pazienti. Un trattamento completo dovrebbe quindi sempre includere una terapia da parte di uno psicologo [1].

 

Trattamento della PCOS

 

La ragione dello sviluppo della PCOS non è ancora stata spiegata in modo definitivo. Tuttavia, è sorprendente che circa il 50%-70% delle donne con diagnosi di PCOS sono in sovrappeso o obese. Questo è correlato ad una resistenza maggiore all'insulina nei pazienti - il corpo ha quindi bisogno di più insulina per metabolizzare lo zucchero nel sangue. Questa condizione metabolica può peggiorare i sintomi della PCOS: un aumento del livello di insulina porta a sua volta a una stimolazione della produzione di androgeni e quindi a una maggiore concentrazione di ormoni sessuali maschili nel sangue.

 

La sindrome dell’ovaio policistico non è ancora curabile. Tuttavia, alcuni dei suoi sintomi possono essere alleviati con i farmaci. Bisogna consultare degli specialisti per i diversi disturbi, poiché il quadro clinico può essere molto vario e richiede un trattamento specifico [1, 2].

 

Uso dell'inositolo per la PCOS

 

Il mio-inositolo e il D-chiro-inositolo sono coinvolti in una varietà di processi biochimici negli ovociti umani (cellule riproduttive femminili) e sono importanti per la loro maturazione, la fecondazione e il loro sviluppo. In numerosi studi, la somministrazione di Myo- e D-chiro-inositolo ha migliorato la sensibilità all'insulina dei soggetti in esame, che ha a sua volta portato a una riduzione della produzione di androgeni e quindi a un aumento del tasso di fertilità [3]. Studi più piccoli hanno anche esaminato soggetti femminili sani senza PCOS a cui è stato somministrato il myo-inositol. C'è stato un più alto tasso di impianto di embrioni dopo l'inseminazione artificiale e ciò significa che la qualità degli ovociti è complessivamente migliorata [4, 5].

 

PCOS e il desiderio di avere figli - è possibile?

 

La PCOS è uno dei disturbi endocrini - cioè ormonali - più comuni nelle donne che vogliono avere figli. Per aumentare le possibilità di gravidanza nelle donne con PCOS, si aumenta la quantità di ormoni follicolo-stimolanti attraverso l'uso mirato di farmaci e preparati ormonali. Gli ormoni follicolo-stimolanti sono responsabili della maturazione dei follicoli nelle ovaie. Assicurano l'ovulazione e quindi la possibile fecondazione degli ovuli. Tuttavia, l'uso di tali ormoni aumenta anche la probabilità di una gravidanza multipla, motivo per cui oggi si usano quasi esclusivamente farmaci non ormonali. Le gravidanze ad alto rischio e gli aborti tendono ad essere più comuni nelle donne con PCOS. Il rischio di diabete gestazionale è anche significativamente più alto. Consultazioni regolari con un ginecologo sono quindi essenziali. Se non c'è il desiderio di avere figli, i contraccettivi anti-androgeni sono usati per stabilizzare il ciclo e prevenire l'ispessimento permanente del rivestimento dell’utero. L'ormone presente nella pillola assicura una riduzione degli ormoni sessuali maschili nel sangue. In ogni caso, i cambiamenti dello stile di vita e della dieta sono anche importanti per la terapia. L'esercizio fisico e una dieta sana sono utilizzati come misure di supporto per mantenere un equilibrio ormonale [2].

 

Fonti

[1] https://www.netdoktor.de/krankheiten/pco-syndrom/
[2] https://kinderwunschaerztin.de/meine-hormone/pco-syndrom/
[3] https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/33260918/
[4] https://rbej.biomedcentral.com/articles/10.1186/1477-7827-10-52
[5] https://link.springer.com/article/10.1007/s10304-018-0223-x


 

Prodotto raccomandato


INOSITOLO COMPLEX

Combina due forme di inositolo che contribuiscono al metabolismo ormonale, più acido folico, vitamina B6 e Zinco. Vegano e senza additivi.

COMPRALO SUBITO

20.09.2022 10:30
Lo squilibrio glicemico
Il diabete è una delle malattie più diffuse nei Paesi occidentali. Si stima che circa un terzo delle persone colpite ricorra a forme di medicina alternativa o complementare. Alcuni estratti vegetali stanno riscuotendo un livello di considerazione particolarmente elevato. 
19.08.2022 16:19
Quercetina – Un antiossidante tuttofare anche per le allergie
La quercetina appartiene al gruppo dei flavonoidi polifenoli, sostanze vegetali secondarie responsabili delle diverse colorazioni delle piante. Soprattutto le persone attive dal punto di vista atletico e quelle che soffrono di allergie possono trarre beneficio dalla quercetina.
30.06.2022 15:31
8 consigli per addormentarsi e dormire meglio
Molte persone hanno difficoltà ad addormentarsi e dormire bene durante la notte. Sintomi di una mancanza di sonno possono essere mancanza di concentrazione, stanchezza, squilibrio ormonale e aumento di peso. Ecco 8 consigli per migliorare la qualità del sonno.
30.05.2022 17:47
Vene in salute: perché sono importanti e come rafforzarle
Le vene attraversano tutto il corpo e sono collegate al cuore. Sono i condotti di trasporto del sangue. Ma nonostante la loro importanza, molte persone soffrono di vene deboli. Qual è la causa e quali rimedi naturali ci sono?

Devi accedere per scrivere un commento.